Alcolista: come riconoscerlo

come riconoscere alcolista

Il mondo inebriante di un alcolista

L’alcolista, senza nessuna distinzione di sesso o di età, quando entra in questo “mondo” inebriante diventa dipendente dal alcool in modo progressivo. Il comportamento dell’alcolista con il trascorrere dei giorni, dei mesi diventa sempre di più esagerato nell’introdurre alcool nel proprio corpo. Questa abitudine mal sana, porterà al soggetto una dipendenza da alcol, poiché una delle caratteristiche di un alcolista è il non sapere bere con moderazione.

L’ alcolista dipendente dall’alcol

L’alcolista diventa dipendente dal alcool, poiché questa sostanza infonde alla mente di qualsiasi persona, che comincia a bere, una sicurezza che non ha mai avuto. Chi inizia nel fare uso di alcool in modo sproporzionato si sentirà euforico, padrone del mondo credendo che ha la forza di affrontare tutti e tutto ma, non è così è soltanto una illusione.

Le caratteristiche dell’alcolista sono diverse, in primis possiamo comprendere che, chi entra in questo “tunnel”, bevendo alcol in grande quantità avrà, poi avrà seri problemi nel ridimensionarsi nel bere. L’abuso di alcol, condurrà l’individuo nella sua trasformazione caratteriale poiché, solitamente oltre ad avere problemi di varia natura, gli alcolisti hanno un carattere timido ma, questo in modo graduale, diventa aggressivo, violento non sopportando nessuno e tante volte arrivano nel picchiare chi gli sta accanto.

Alcolismo sintomi

Per poter diagnosticare l’alcolismo, secondo il DSM-5, la persona deve avere perlomeno 2 dei seguenti sintomi per un periodo di almeno 12 mesi.

  • Bevi tutta una giornata?
  • Hai sempre voluto bere?
  • Trascorri la maggior parte della giornata bevendo, non svolgendo le tue responsabilità nell’ambito lavorativo e famigliare?
  • Sei sempre più aggressivo con la moglie oppure con il marito?
  • Nel tempo, le persone che abusano di alcol tendono ad isolarsi da tutto e da tutti, odiando la famiglia, anche tu ora sei cosi?
  • Altri sintomi di esordio dell’alcolismo includono gastrite, dolore addominale, nausea mattutina e ingrossamento del fegato.

 

Quindi dopo queste punti, possiamo dire che, un alcolista si può riconoscere da questi comportamenti i quali, non sono consoni ad una persona astemia.

 

Test per sapere se sei alcolista

Se, stai leggendo questo nostro articolo, forse dentro di te vi è una vocina la quale ti sta avvisando che, stai entrando in un vicolo buio ed hai bisogno di aiuto. Bè allora comincia nel fare questo semplice test per sapere se sei un alcolista.

Hai mutamenti dell’umore e del comportamento?

Hai complicazione di concentrazione nelle normali attività, anche in una conversazione?

Sei spesso disattento ed inizi ad avere tutta una serie di piccoli incidenti o cadute?

Hai spesso vuoti di memoria o fa confusione su discorsi o avvenimenti recenti?

Non riesci nel allontanarti dalla bottiglia?

Bevi di nascosto?

Le risposte alle nostre domande le saprai solo tu ma, se le tue risposte sono tutte positive, crediamo che è il momento giusto di farti aiutare da una persona competente.

Non illuderti dicendo: “Faccio l’ultimo sorso e poi basta” ti stai prendendo solo in giro. Non mentire a te stesso, se sei giunto nella nostra pagine ai diversi dubbi sul tuo comportamento, noi possiamo solo aiutarti dicendoti trova un aiuto ora, oggi poiché domani potrà essere già tardi.

L’alcolista in gravidanza

L’alcolista in gravidanza rischia di dare alla luce un figlio che, potrebbe avere delle serie problematiche quasi da subito. Quindi, se sei una donna alcolista e vorresti un figlio, dovrai avere la forza ed il coraggio di dire addio a questo vizio. Durante la gravidanza l’utilizzo dell’alcol è pericoloso per l’embrione, perché l’alcool può essere la causa di aborto spontaneo. Il bambino potrebbe nascere già con problemi al fegato. In gravidanza va necessariamente evitato l’alcol. L’etanolo, difatti, è in grado di attraversare la placenta ed giungere al feto.

I neonati possono soffrire di malattie specifiche causate dai disturbi degli alcolici fino alla ad avere la Sindrome Alcolica Fetale (Fas-Fetal Alcohol Syndrome), che è irreversibile e progressiva.

Una mamma che sorseggia anche solo 80 grammi di alcol puro al giorno danneggia la sua creatura. Bisogna sapere che un bicchiere di vino (da 125 ml), una birra (da 330 ml), un aperitivo (da 80 ml) oppure un coppa di superalcolico (da 40 ml) racchiudono la stessa quantità di alcol, pari a circa 12 grammi, che corrispondono ad 1 unità alcolica (unità di misura per il consumo di alcol).

Una porzione di 30 grammi di alcool presa per i primi 90 giorni di gravidanza (ad es. 300 ml di vino al giorno o 600 ml di birra) è un fattore di rischio dell’11%. In questo primo periodo, il feto è un soggetto debole, quindi pure l’uso di piccole quantità di alcool potrebbero danneggiare il nascituro.

Tutti questi numeri sono per farvi comprendere che alcol preso in modo eccessivo è un nemico per se stesso e per gli altri, in questo caso se desiderate diventare madre.